A  A  A     
News
12.07.2017
Modena: aumenta il gradimento degli utenti
Gli utenti del trasporto pubblico modenese promuovono il servizio con un voto complessivo di 7,3, confermando anche nel 2017 il giudizio degli ultimi anni. E’ quanto emerge dalla dodicesima indagine sulla soddisfazione dell’utenza (Costumer care), realizzata dall'ufficio ricerche del Comune di Modena per conto dell'Agenzia per la mobilità

La qualità del servizio continua ad essere giudicata buona, e alcune voci sfiorano l'otto. Nel 2017 le voci che hanno riscontrato il maggior apprezzamento sono la "sicurezza rispetto a incidenti stradali o meccanici" (voto: 7,9); la "possibilità di reperimento di biglietti e abbonamenti" (7,9); la "comodità delle fermate rispetto alle proprie esigenze" (7,8); il "rispetto delle fermate" (7,8) e la "condotta di guida degli autisti" (7,7). Per tutti questi fattori, nell'ambito di una certa stabilità rispetto al 2016, si registra un lieve aumento della soddisfazione. Da segnalare poi la piena "promozione" del "Controllo su chi non paga il biglietto", che negli ultimi 4 anni è passato dalla sufficienza (6,5 nel 2014), ad un 7 pieno (7,3 nel 2017), a conferma dell'apprezzamento delle azioni intraprese da Seta per contrastare il fenomeno dell'evasione. 

Restano alcuni fattori di "criticità" che ottengono giudizi poco più che sufficienti: la "pulizia dei bus" (voto 6,6); il "costo del viaggio in rapporto al servizio ricevuto" (6,6) e la puntualità (6,8). 

In generale, dal punto di vista socio-anagrafico, i più critici restano gli studenti, mentre tra i più generosi rispetto alla valutazione del servizio ci sono i lavoratori, che rappresentano circa il 30% degli utilizzatori del trasporto pubblico modenese. Il 77,4% dei lavoratori dipendenti che viaggiano in bus assegna un voto tra il 7 e il 10, percentuale che raggiunge l'88,8% nei lavoratori autonomi. La media dei voti per queste due categorie di utenti è superiore a quella degli utenti nel complesso e raggiunge il 7,5.

Le persone intervistate sono state 1.032, di cui 727 possessori di abbonamento annuale o mensile nominativo, attraverso contatti telefonici, e 305 viaggiatori "occasionali", ovvero in possesso di un biglietto di corsa semplice, attraverso colloqui personali nelle principali autostazioni/fermate. Le interviste sono state effettuate a marzo 2017. Le due metodologie di rilevazione hanno permesso di avere un campione totale che rispecchiasse le caratteristiche dei viaggiatori complessivi: in fase di analisi dei dati i due campioni sono stati riproporzionati (ponderazione) sulla base della composizione dell'universo degli utilizzatori.